Corrincesano by Night e Mezza di Bergamo: split long run?!?

Leggevo giusto questi giorni di una particolare tipologia di allenamento detta split long run: si tratta di correre due lunghi di media lunghezza nello stesso giorno, al posto del classico lungo lento di 2 ore e passa. E all’incirca è quello che ho fatto lo scorso weekend…
Metti una 10k alla morte la sera prima e la Mezza di Bergamo la mattina dopo
Sabato sera, infatti, finalmente sono riuscito a partecipare alla Corrincesano by Night, 9^ tappa del circuito Corrimilano che si è svolta a Cesano Maderno (MB), su un anello di 5 km con un passaggio molto suggestivo attraverso il Palazzo Arese Borromeo e il suo giardino.
Il folto gruppo di “pistacchi” all’arrivo

Coinvolta una decina di atleti del team del GP Melzo nella trasferta in notturna, ritiro il pettorale e incrocio la coppiata vincente de +il Dembr e +il Tete, addetti al servizio scopa per la gara. In pole position invece +il Franz e +Valeria.

Dopo i saluti a qualche volto noto di RunningForum.it, mi porto in zona partenza con il mio socio Andrea, che punta a un tempo (forse troppo) ambizioso di circa 37 minuti. Immancabile La Ros come commentatrice ufficiale a dare il via alla competizione. Sopra di noi svolazza un drone, ormai un must anche nel mondo del podismo.

Allo sparo mi lancio subito a un ritmo elevato, un po’ sotto quanto previsto (della serie: “Ma sì, la faccio senza obiettivi!”). Ammetto che è da sempre un mio difetto quello di partire a razzo, facendomi prendere dall’adrenalina della gara.

Le gambe non sembrano però risentirne particolarmente, nonostante sia passato quasi un mese dai Diecimila di Castello con allenamenti non certo improntati a gare brevi, ma decido comunque di rallentare un po’ il passo per evitare di scoppiare a metà come di solito mi succede, tenendo comunque a vista il mio compagno.

Percorso della Corrincesano by Night 2014

Il percorso è molto nervoso, ma ci sono alcuni rettilinei che consentono di recuperare posizioni. Qualche paletto sui marciapiedi nell’avvicinamento al Palazzo aumenta un po’ i rischi, fortunatamente sono ben schermati per evitare ai podisti danni da impatto.

Il tratto più insidioso, ma anche più bello, è quello che si snoda internamente al giardino, lungo il suo perimetro. Le lampade che illuminano i sentieri del parco sono potenti, ma alcuni tratti restano completamente al buio e sembra di essere in una dimensione parallela, ovattata anche per la leggera foschia, in cui l’unico rumore è quello dei passi dei runner sulla ghiaia.

Foto del Gabry del vialetto di uscita dal giardino del Palazzo

Collo di bottiglia il vialetto che conduce al portone di entrata del Palazzo, dove un fotografo è appostato per immortalare il primo giro. Dopo il passaggio sul tappeto, sento una voce familiare che mi incita: è proprio lui, +il Gabry che mi urla “Dai che li riprendi!”

Il secondo giro è sempre il più facile: il percorso rimane impresso nella mente, e ricordarsi dove e quando girare risulta quasi immediato. Cerco di mantenermi attorno ai 4:00/km ma vado leggermente sopra. Chiudo con un tempo gara di 39:55, real time 39:46, che significa una media di 3:57/km, a pochi secondi da Andrea. Considerato il centinaio circa di metri in più (a detta degli organizzatori e del Garmin), sono soddisfatto dell’ottima prestazione, che è il mio secondo miglior tempo sulla distanza.

A fine gara scambio quattro chiacchiere con +il Gabry, con cui mi complimento per l’organizzazione impeccabile di Atletica Cesano Maderno. Nel frattempo Andrea è alle prese con un altro forumendolo che cerca di fargli capire il perché non ha ottenuto il risultato sperato. Poi ci spostiamo verso gli spogliatoi e il pasta party con i compagni del GP Melzo.

Nel frattempo inizio a sentire freddo e dopo il ritorno a casa sto davvero male: batto i denti e tremo… Una doccia bollente e poche ore di sonno sotto doppie coperte sono un toccasana e la mattina, quando mi aspetta la seconda impresa, sono fortunatamente come nuovo…

Bergamo Half Marathon particolare quest’anno: lasciato ai soci +Luca, Alessio e +la Brylla l’onore (e l’onere) di tenere alto il nome del team degli Orange Sox, mi sono accordato con Maria Vittoria del GP Melzo, per sfruttare questa mezza come allenamento in vista delle prossime gare autunnali. L’obiettivo dell’1:50 ci sembra più che abbordabile e accetto di buon grado di fare da pacer.

Sveglia di buonora e viaggio con +la Brylla a Terno d’Isola per recuperare +Luca e Alessio, per poi spostarci insieme a Bergamo con il treno, con una logistica ormai più che rodata dall’anno scorso.

Al ritiro pettorali trovo la Mari in tenuta gara e presto si aggiungono anche +Massimo Dad2Tri (che finalmente conosco dal vivo! qui potete leggere il suo racconto), Simone e Cristiano, nuove reclute del GP.

Abbiamo due opzioni: salire alla Fara in Città Alta correndo come riscaldamento oppure prendere la navetta messa a disposizione dall’organizzazione. La scelta è ovvia: io, Max e la Mari ci mettiamo subito in movimento per percorrere il km che ci separa dalla linea di partenza. Gli altri invece fanno dietrofront per non bruciarsi l’autonomia in gara.

Foto di rito alla partenza con Maria Vittoria e Alfredo
Foto alla partenza con Massimo e Francesco

Arrivati alla Fara recuperiamo al volo Alfredo, alla sua prima mezza competitiva con i colori del Melzo, e Francesco, che gioca in casa. Max conferma di voler correre in “modalità turistica”, perciò allo start il gruppo si muove omogeneo a un ritmo tranquillo, inizialmente attorno ai 6:00/km, complice il primo tratto con una salita spaccagambe.

Dopo il primo km e mezzo finalmente si scollina e ci lanciamo in discesa: Max e gli altri aumentano il passo, io rimango un più indietro con la Mari. Il suo Garmin non ne vuol sapere di partire quindi ci affidiamo al mio: 4:40/km è un po’ alto come ritmo!
Arrivati in città bassa rallentiamo e teniamo i 5:00/km per un primo tratto, poi poco sopra, stando sempre entro i 5:20-5:30/km, per non perdere il vantaggio acquisito.

Ci fermiamo a tutti i ristori per bere acqua: l’umidità si fa sentire, anche se la mancanza del sole e la leggera foschia mantengono la giornata fresca e ideale per correre.
Al km 15-16 siamo un po’ affaticati, io ovviamente inizio ad accusare la gara della sera prima, la Mari mi chiede di tenere il passo e continua a seguire la mia scia.

Pacing la Mari

Ci sono alcuni falsopiani che ci mettono un po’ alla prova e sul lungo andare si fanno sentire. Percorsi conosciuti e passaggi già visti durante i 10.000 Città di Bergamo a maggio. Qualche matto taglia la strada (addirittura con i suv e gli scooter: la gente non imparerà mai!).

I bambini: tifosi veri!

Ma ormai manca davvero pochissimo: sul percorso i bambini ci danno il 5 a ogni curva e in lontananza iniziamo a vedere i gonfiabili dell’arrivo e il tappeto.

Esultanti all’arrivo (con intruso :-))

Tagliamo il traguardo esultanti in 1:50:56: obiettivo centrato in pieno! Ritroviamo i nostri compagni di corsa al ristoro finale, tutti felici e medagliati… E i miei soci staffettisti pronti al pranzo a base di polenta taragna a Città Alta!

Ritrovo al ristoro finale con Davide, Massimo e Cristiano

Doccia (gelida!!), cambio al volo e gambe in spalla per una camminata in salita non molto defaticante verso la trattoria “La Colombina”, dove incontro senza manco metterci d’accordo la collega +Sara). Pranzo super e passeggiata sulle Mura Venete sono la degna conclusione della splendida giornata di sport.

aef10-1599571_1504596649793066_639693608_n
Orange Sox all’arrivo con la maglia Diadora del pacco gara

Grazie a tutto il gruppo e… alla prossima fatica!

Nel frattempo ho già messo in calendario le due gare per il prossimo anno! :-D

Polenta taragna e funghi (foto di Sara)
Porta Sant’Agostino
Le Mura Venete
Panorama da Città Alta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...